Log in

#Fuga da reuma Park, ma a gambe levate!

FUGA DA REUMA PARK
 
regia: Aldo, Giovanni e Giacomo
fotografia: Giovanni Fiore Coltellacci
sceneggiatura: Aldo, Giovanni e Giacomo, Valerio Bariletti, Morgan Bertacca
montaggio: Marco Spoletini
cast: Aldo, Giovanni, Giacomo, Silvana Fallisi, Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Carlotta Natoli
 
anno: 2016
nazione: Italia
produzione: Medusa Film, Agidi Due
distribuzione: Medusa Film 
genere: commedia
data uscita in Italia: 15 dicembre 2016
durata: 90  min
giudizio complessivo: 
impegno: 

Abbiamo visionato l'ultima commedia del celebre trio comico italiano Aldo, Giovanni e Giacomo. Il risultato è stato dei peggiori, forse un baratro che consacra alla pensione i tre, nel peggiore dei modi.

I tre vecchi amici Aldo Giovanni e Giacomo sono ricoverati in uno strano ospizio gestito come un luna park da una massiccia donna dall'accento russo, tra rumori di ossa scricchiolanti, le amnesie del vecchio giacomo e l'incontinenza di Giovanni. I tre progettano la fuga da reuma park per il giorno di natale.

Quei vecchi criticoni che raccattano la propria giacchetta, piegata con cura sul sedile di fianco, per poi andare via dopo venti minuti mi sono sempre risultati particolarmente indigesti.

Questa volta la fuga è stata mia.

Il film dell'amatissimo trio italiano è senza ombra di dubbio il peggiore della carriera cinematografica. In sostanza non si ride mai, ma mai davvero. Basta poco meno della metà del metraggio per comprendere che quello che dovrebbe essere una divertente celebrazione della carriera dei tre, è una raccapricciante serie di rattoppi, ritagli di stoffa arrangiati alla meno peggio, il cui risultato non è un allegro costume d'arlecchino, ma il mantello di un vagabondo. Tutti sembrano vagabondare sulla scena, persino gli operatori sulle macchine da ripresa. Il set si trasforma in un brutto teatro filmato, riempito di battute poco geniali e gag più vicine alla vecchia commedia svitata, stile da sempre presente nel trio ma solo parzialmente, dove le parole erano in grado di far ridere sul serio. Il primo motore immobile è il passato e quel senso nostalgico che i visi dei tre riescono ad infondere. Per amore di questo, forse solo questo, siamo ancora invitati al cinema dopo la lunga sfilza di acerbe pellicole che negli ultimi anni Aldo Giovanni e giacomo ci stavano propinando.

Aldo Giovanni e Giacomo esorcizzano quella che nelle loro teste potrà essere il terminal della loro carriera e il culmine della propria amicizia, filmandosi in modo brusco ed offrendosi al pubblico italiano che dai tre s'aspetta ben altro che una rimpatriata felice che a noi lascia solo un certo amaro in bocca.

Questa volta, ed una volta per tutte, il passato non basta più. Di tre uomini e una gamba è rimasta solo la gamba, non più di legno ma in carne ed ossa, che a passo svelto si lascia dietro la sala ed un brutto film di natale. 

Avete gia' visto il film? Lo andrete a vedere? Condividete l'opinione di Luca o siete di un altro parere? Lasciateci un commento con i vostri pensieri sotto!

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Video

Luca Cardone

Appassionato di letteratura classica, divoratore di testi teatrali e immancabilmente cinefilo nel midollo.

Follemente innamorato dello scrittore austriaco Thomas Bernhard.

Consacra la sua vita accademica alla filosofia, amalgamando gli antichi studi libreschi con la materia del cinema.

Aspirante scrittore con il sogno nel cassetto della regia; non è insolito sentirgli dire: dopo Tarkovskij se proprio c'è qualcuno quello è Dio.

Social Profiles

Lascia un commento