Log in

#Carmen Consoli torna ad Assago

Dopo 5 anni di paziente attesa, i fans di Carmen Consoli possono infine festeggiare insieme alla cantautrice i suoi vent’anni di carriera, riabbracciandola in scena per un breve tour nell’ambiente caloroso e familiare dei palazzetti. La cantante, dopo il Palalottomatica di Roma, è approdata al Forum di Assago per proseguire verso Torino, Modena, Firenze, Jesolo, Rimini, Bari, Napoli e concludere ad Acireale il 30 aprile.

 

Ad aprire il concerto è Luciana Luccini, che introduce con note di basso “La signora del quinto piano”, brano contenuto in “L’abitudine di tornare”, album uscito da pochi mesi contenente 10 inediti nei quali si sente il meticoloso lavoro svolto in questi 5 anni di assenza dalle scene. A Luciana, si uniscono gradualmente Massimo Roccaforte, il chitarrista, Fiammetta Cardani, alla batteria e Roberto Procaccini alle tastiere, e mentre il suono cresce, il pubblico trattiene il respiro in attesa di rincontrare Carmen. La cantante non si fa attendere molto, generando un’incontenibile boato di felicità nel suo pubblico.

Il concerto si svolge fluido, attraversando un pò tutti gli album prodotti dalla cantautrice Catanese, suonando i pezzi più amati dal pubblico, particolarmente coinvolto sui classici “Fiori d’arancio”, “Blunotte”, “In bianco e nero” e “L’ultimo bacio”.

Di seguito la scaletta completa:

La signora del quinto piano

Per niente stanca

Besame Giuda

Fino all’ultimo

Bonsai #2

L’abitudine di tornare

Esercito silente

AAA Cercasi

Stato di necessit

Guarda l’alba

Geisha

Matilde odiava i gatti

Sentivo l’odore

Fiori d’arancio

Blunotte

In bianco e nero

L’ultimo bacio

Autunno dolciastro

Parole di burro (Narciso)

Sintonia imperfetta

Venere

 

Questa piccola magia

Grida

L’alieno

Confusa e felice

Amore di plastica

 

Dal punto di vista scenico, gli interpreti risultano concentrati ed abbastanza statici e le interazioni con il pubblico sono limitate. La cantante stessa si scusa, autodefinendosi una "Fimmina mediamente monotasking”, che o canta o parla. Merita una menzione l’impianto luci curato da Camilla Ferrari.

Di poche parole, ma ben ponderate, ci tiene ad introdurre “Esercito silente”,  dedicando alcune sentite parole a Peppino Impastato. Mentre presentando “Guarda l’alba”, manifesta una curiosa ammirazione per Tiziano Ferro, definendolo il suo contraltare maschile in Italia.

Non si fa pregare quando si tratta del bis, e non si risparmia, intonando ben 5 splendidi pezzi, invitando Luca Madonia dei Denovo, un cantante per il quale manifesta profonda stima e ammirazione, per un duetto sulle note di “Grida” e “L’Alieno”.

 

FOTOGALLERY

Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015
Concerto Carmen Consoli 13 Aprile 2015

Juri Signorini

Viaggiatore iperattivo, tenta di sempre di confondersi con la popolazione indigena.

Amante della lettura, legge un pò di tutto. Dai cupi autori russi, passando per i libertini francesi, attraverso i pessimisti tedeschi, per arrivare ai sofferenti per amore, inglesi. Tra gli scrittori moderni tra i preferiti spiccano Roddy Doyle, Nick Hornby e Francesco Muzzopappa.

Melomane vecchio stampo: è chiamato il fondamentalista del Loggione. Ama il dramma verdiano così come le atmosfere oniriche di Wagner.

L'opera preferita tuttavia è la Tosca, la quale si narra, ma non vi sono prove certe, lo abbia commosso fino alle lacrime..

Lascia un commento