Log in

#È nella libellula tatuata che sta la verità

I GIORNI CHIARI

autore: Zsuzsa Bánk
editore: Neri Pozza
genere: narrativa contemporanea
anno: 2012
lunghezza di stampa: 457 pagine
ISBN: 978-88-655-9158-1

“Il tempo scuro dell’anno in cui … i giorni si erano susseguiti così inaspettatamente chiari …

Mi sono chiesta spesso se vediamo gli altri per quello che sono realmente, se riusciamo a farcene un’idea veritiera o possiamo guardare soltanto ciò che loro ci permettono”.

 


 

Non importa a quale margine del mondo stia la tua casa, né quanto povera essa possa essere, né se le tue scarpe siano sempre molto grandi per i tuoi piedi smilzi e delicati, perché c’è sempre un momento indefinito in un giorno impreciso che sentirai cigolare il cancello sghembo e dalla finestra vedrai arrivare il tuo papà.

Zigi non è un padre comune, è un trapezista che torna di rado a casa perché il resto del tempo lo passa in giro per il mondo ad esibirsi ma quando torna a casa, in quella casa sgangherata, per Aja è sempre una splendida festa.

La sua vita scorre tra la scuola e il giardino di casa, quel giardino dove presto arriveranno anche Seri e Karl, e dove le loro già segnate esistenze si intrecceranno in una bella e duratura amicizia.

Passeranno gli anni ma il ricordo de “I giorni chiari” li accompagnerà per sempre.

Col passare degli anni Aja, scoprirà tante cose di sua madre Èvi e capirà l’amore incondizionato che una persona può donare ad un’altra.

È uno di quei libri che vanno letti a più riprese, un po’ come se si stesse guardando una serie TV; perché prima di arrivare alla fine bisogna conoscere a fondo i personaggi, assaporarne le esistenze, metabolizzarne i segreti.

 

Lascia un commento