Log in

#Ognuno di noi ha una famiglia di origine, alcuni non la conoscono, altri non ne vogliono più parlare

FATO E FURIA

autore: Lauren Grof
editore: Bompiani
genere: Narrativa
anno: 2016
lunghezza di stampa: 460pagine
ISBN: 978-88-452-8276-8

Una questione di punti di vista.

Osservata dal sole, dopotutto, l’umanità è un’astrazione. La terra un semplice puntino che gira su se stesso. Da più vicino, la città un groviglio di luce tra altri grovigli; da ancora più vicino, il risplendere degli edifici, che lentamente si separano. All’interno delle finestre, la rivelazione dei corpi, tutti uguali. Soltanto mettendoli a fuoco acquistano un’identità, un neo accanto alla narice, un dente piantatosi nella carne secca di un labbro inferiore durante il sonno, la pelle cartacea di un’ascella”.

Una principessa di ghiaccio amore e fedeltà.

Un ragazzo dai sentimenti d’oro.

Bellissimi entrambi.

Si conoscono all’università, entrambi giovanissimi, decidono lo stesso di sposarsi.

Mathilde non ha nulla da raccontare, né storie di famiglia o aneddoti di una vita passata e non ha nemmeno amici. Fa la modella per mantenersi all’università.

Lotto ha una storia alle spalle, una famiglia d’origine, degli amici e tanti aneddoti da raccontare.

La loro storia d’amore durerà 24 anni, e in 24 anni mai un alterco tra i 2. Lei saprà sempre trovare la soluzione, per ogni cosa, senza mai lamentarsi ma sempre col sorriso sulle labbra. Nemmeno nei momenti più buoi mostrerà la sua paura o la sua angoscia.

Lui ha la sua musa, è stata lei a spingerlo a scrivere quelle magnifiche pièce teatrali che fanno il tutto esaurito in ogni teatro e gli hanno dato la notorietà che come attore non era stato in grado di raggiungere.

È lei che lavora dietro le quinte, è lei che taglia, cuce, aggiusta, integra senza mai stravolgere le basi, dei suoi scritti, ma Lotto non l’ha mai saputo. Lei si chiude di notte nell’armadio insieme al portatile e quando Lotto, la mattina, ricomincia a scrivere non si accorge di nulla.

È lei, più di tutti, che crede in quello che scrive Lotto, è lei che “suggerisce” senza troppo insistere. È lei che muove le fila, allunga, tira, destreggia.

Fino all’epilogo, quando poi Mathilde getterà la maschera e ci racconterà la sua vita, con furia i segreti giungeranno a galla.

Ci travolgeranno.

Ci annienteranno.

Ci faranno soffrire, arrabbiare e piangere.

Non un segreto, ma tanti piccoli e grandi hanno animato la vita di Mathilde ma di nessuno di essi Lotto, né i loro amici o familiari, ne sapranno l’esistenza.

Una lettura intensa, a volte claustrofobica e per nulla banale.

Alla fine, però, un po’ di amaro in bocca rimane.

Lode all’eccellente traduzione

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Lascia un commento