Log in

#Arriva in Italia il primo Lagunitas Temple

Lagunitas, uno dei brand che ha rivoluzionato il mondo birrario americano, porta il sole della California a Milano, inaugurando il suo primo “Lagunitas Temple” italiano.

Lagunitas, uno dei brand che ha rivoluzionato il mondo birrario americano, porta il sole della California a Milano, inaugurando il suo primo “Lagunitas Temple” italiano, presso il locale La Strada, in via Carlo Patellani 4, zona Bocconi. L’inaugurazione è stata pensata con cibo di strada, artisti di strada, performer di strada, per essere coerenti con il nome del locale e lo stile di Lagunitas. Grazie a Dibevit Import, la società che da oltre 20 anni si dedica all’importazione e distribuzione di birre premium e speciali, le referenze del birrificio di Petaluma saranno così le protagoniste di questo nuovo “tempio”, in cui le magiche atmosfere della Gold Coast si mixano a quel mood underground & dolce vita che Milano sa regalare.


A “La Strada”, infatti, si potrà vivere un’esperienza di brand completa. L’obiettivo di Lagunitas è di far provare al consumatore delle birre fresche mantenute e valorizzate da un impianto spina dotato di una cella frigorifera costruita appositamente sotto il bancone.






Le craft simbolo del famoso birrificio disponibili nel locale saranno Lagunitas Ipa, (6,2% alc. vol) e 12Th of Never (5,5% alc. vol). La prima è caratterizzata da un bel colore dorato brillante, schiuma fitta e bouquet intenso che presenta al naso note balsamiche di pino e resina e agrumate di pompelmo. Secondo la leggenda, è stata realizzata con 43 varietà diverse di luppolo e 65 tipi di malti. Ciò che è certo è che, con eleganza, equilibrio e giusto bilanciamento, si distingue per il finale pulito e non eccessivamente lungo. È perfetta per essere bevuta sia da sola, sia abbinata ad antipasti, formaggi morbidi e di media stagionatura, salumi e curry. È disponibile sia nella versione in bottiglia di vetro da 35,5 cl che nel formato in fusto da 20 litri. La 12Th of Never alla vista leggermente opalescente, dalla schiuma compatta e persistente, rilascia intense e fragranti note iniziali resinose e agrumate di pompelmo, con sentori leggeri di aghi di pino ed eucalipto. In sottofondo, si avverte qualche cenno tropicale come il mango, mentre il palato è accarezzato da note di malto che lasciano subito spazio ai luppoli aromatici. Il finale è abbastanza lungo e si chiude con un amaro elegante e ben delineato. Ottima in ogni momento della giornata, è da provare con frittate di verdure e formaggi vaccini di media stagionatura, con carni di maiale alla griglia, carni rosse in umido e primi piatti di pasta con sughi di carne.

 

Le atmosfere dello storico birrificio, nato nel 1993 nella cittadina di Lagunitas e spostatosi l’anno successivo a Petaluma, celebre set di American Graffiti, nel cuore della Sonoma Valley, sono quindi pronte a risplendere nel cuore di Milano, in uno dei quartieri più giovani della città. Ed è già fitto il calendario degli appuntamenti dedicati ai sapori, odori e orizzonti della birra che inneggia alla “land of hope and dreams”, a partire, ad esempio, con occasioni speciali nei mercoledì sera universitari.

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Seguite No#News Magazine sui social!