Log in

#On Future: in viaggio con Econocom per una digital transformation sempre più on

Econocom, Digital Transformation Designer che da quarant’anni accelera il progresso portato dalle tecnologie digitali, affiancando le organizzazioni nel progetto, nell’integrazione e nel finanziamento delle soluzioni innovative più utili a potenziare il proprio business, consolida il suo posizionamento quale ambasciatore della trasformazione digitale in Italia.

La mission dell’azienda è sempre di più quella di realizzare già oggi il futuro che abbiamo sempre solo immaginato: questo accade non solo realizzando progetti innovativi, ma anche divulgando e promuovendo una cultura dell’innovazione, che aiuti persone e aziende a vivere la tecnologia e a utilizzarla al meglio per semplificare e migliorare la propria vita.

Questo 2016 volge al termine ed è stato un anno denso e ricco di soddisfazioni per Econocom: dall’acquisizione di Asystel Italia, società leader del settore ICT che si contraddistingue sul mercato per la Technology Integration ed il ricco portfolio dei Servizi Professionali, al concorso ON Challenge, aperto al pubblico italiano, passando per la partnership con TEDx Roma e la nascita di importanti progetti volti ad aprire le porte a nuovi talenti e a sviluppare ecosistemi di innovazione per aprire nuovi mercati, coinvolgere le persone di Econocom, far sentire tutti protagonisti di un progetto comune e stimolare i processi creativi.

Su questa scia e al grido di #thefutureison, vera e propria filosofia del gruppo, è nata l’idea di rivolgersi al mondo delle persone chiedendo loro come il futuro potrebbe cambiare la loro vita. ON Challenge è stato il contest – innovativo e fuori dagli schemi - aperto al grande pubblico italiano che ha premiato l’idea più creativa ed efficace, in grado di cambiare le regole. Con ON Challenge, vero cuore pulsante del piano di comunicazione 2016, Econocom si apre oltre il proprio mercato per scoprire il mondo delle persone e della loro vita, chiedendo loro di raccontare come il futuro potrebbe migliorarla rispondendo a bisogni quotidiani. Questo percorso è un confronto proficuo e un terreno fertile per un’azienda come Econocom, protagonista della Digital Transformation. Una competition aperta a tutti per premiare chi sa immaginare e reinventare il futuro; con oltre 150 idee caricate, emerge un’Italia creativa e proattiva: un segnale importante, in un momento in cui ci si interroga spesso sulle potenzialità del nostro Paese.

L’anno volge al termine e lo celebriamo con l’evento ON future: un momento che abbraccia non solo la fine del concorso stesso, ma anche di tutte le attività del 2016; il 15 Dicembre presso la Terrazza Aperol, in Piazza del Duomo a Milano, il futuro è ancora una volta protagonista.

La serata oscilla tra le innovative tematiche della scienza e della fantascienza: quando qualcuno immagina come una tecnologia ancora non esistente possa risolvere un bisogno attuale, si pone davanti a un bivio.

Immaginare un problema risolto dal futuro, apre uno scenario alternativo; se nessuno lo realizza, resta nel terreno della fantascienza; se invece qualcuno accetta la sfida e si adopera affinchè si tramuti in realtà, diventa scienza e innovazione.

ON Challenge ha aperto la porta a questo bivio e l’evento On Future, vero e proprio viaggio nel futuro, idealmente nel 2116, ne è la rappresentazione. On future esplora la strada tra fantascienza e innovazione, e lo fa in molti modi: con un allestimento speciale, attraverso proiezioni di frame di film passati che hanno immaginato il futuro e con i racconti di ospiti d’eccezione; il tutto con uno sguardo alla splendida Milano, che si apre alla vista della Terrazza Aperol e suggerisce una visione di prospettiva e futuro.

La matrice innovativa e tecnologica si ritrova anche nella modalità di accesso alla serata; gli invitati, infatti, potranno effetturare un check-in digitale: grazie alla tecnologia iPassMe è sufficiente mostrare il pass digitale sul proprio smartphone per essere accreditati. Il pass è inoltre un canale attivo di comunicazione, grazie al quale gli utenti possono ricevere reminder e informazioni personalizzate sotto forma di notifica push, direttamente nel proprio portafoglio elettronico.

Con un energico DJ set e l’entrata in scena di Enrico Tantussi, Country Manager di Econocom Italia, accompagnato da due ambasciatrici spaziali, le DoubleX, due eroine fashion che arrivano dal futuro, esplorando la galassia in cerca degli eventi più cool, inizia On Future.

“La competition, On Challenge, e l’evento di chiusura, On Future, stuzzicando il talento e la creatività del grande pubblico, ci consentono di raccontare il punto di vista di un’Italia che dimostra, al contrario del pensiero comune, una grandissima voglia d’innovazione. La nostra maggiore risorsa è la propulsione creativa e l’Italia è maestra nel cercare soluzioni e nell’immaginare quello che ci attende” afferma Enrico Tantussi “Sosteniamo la nostra filosofia per cui The Future is On e per cui la vera innovazione è sfruttare le tecnologie esistenti per rendere i processi aziendali agili, dinamici e semplici e aumentare la competitività sul proprio mercato di riferimento”. 

Si entra nel clou dell’happening, con la moderazione di Maurizio Melis, conduttore di Radio24, giornalista scientifico e giurato speciale del concorso ON Challenge: si chiamano sul palco 3 nomi celebri dal mondo della scienza e della fantascienza, per vivere a pieno il tema del bivio proposto dalla serata.

Il primo a salire sul palco è Silvio Sosio, classe 1963, giornalista e presidente delle case editrici Delos Books e Delos Digital, è anche direttore della rivista Robot e della testata online Fantascienza.com. È tra gli organizzatori del festival Stranimondi, che si tiene a Milano dal 2015 e che raccoglie operatori e appassionati di letteratura fantastica. Come giornalista si è occupato anche di informatica scrivendo su diverse riviste di settore.

Con Sosio si esplora il mondo dello sci-fi e della narrativa, per riprendere uno dei temi della serata: molto spesso, infatti, la fantascienza ha dato una rappresentazione del futuro che pareva davvero irraggiungibile, ma che poi si è rivelata veritiera (anzi spesso la realtà ha superato l’immaginazione).

In particolare, c’è stata un’idea che per secoli è stata solo fantascienza: la possibilità per l’uomo di andare nello spazio. Poi, come a volte accade, questo “sogno” è diventato realtà e l’uomo ha cominciato a compiere quei viaggi che prima sembravano impossibili. Atterra sul palco, dunque, Umberto Guidoni, astronauta, astrofisico e scrittore italiano.

Nato a Roma nel 1954, diventa nell’83 ricercatore presso l’Ente Nazionale Energie Alternative (ENEA) e nel 1990 viene selezionato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e dalla NASA come candidato per la prima missione del satellite Tethered e, trasferito a Houston, presso il Centro Astronauti del Johnson Space Center, entra nel team di scienziati che ne coordina le operazioni.

Dopo 2 missioni in orbita, dal 2001 al 2004 svolge attività di supporto per gli esperimenti scientifici e tecnologici del modulo europeo Columbus. Come divulgatore, dopo una serie di racconti per bambini, arriva in radio con 2 trasmissioni in cui ripercorre le tappe alla conquista dello spazio.

Guidoni è un interessante punto di osservazione con cui parlare del ruolo non solo della tecnologia, ma anche dello spirito di innovazione di quegli uomini che spostano l’asticella dell'innovazione più in alto e non vedono l’impossibile come un limite assoluto.

Dopo il mirabolante viaggio fantascientifico e sullo spazio, si torna sulla Terra con Mario Tozzi, geologo, divulgatore scientifico e saggista.

Primo Ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria), è autore di oltre 50 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali. Autore di numerosi saggi, libri e documentari, Mario Tozzi è chiamato sul palco per parlare di come l’innovazione e la tecnologia possono anche aiutarci nella crescita sostenibile del nostro pianeta e a migliorare la qualità della vita di una popolazione sempre più ampia.

L’atto conclusivo della serata è dato dalla consegna di un premio simbolico al vincitore del concorso ON Challenge, Daniele Ge, con l’idea “Solo Noi”: il braccialetto che crittografa via Bluetooth le conversazioni tra due persone e che sblocca contenuti privati in un’app dedicata.

Cala la notte su Piazza Duomo e sulla città e arriva, anche per Econocom, il momento di tornare al futuro già oggi presente, portandosi dietro un ricco bagaglio di esperienze per guardare al futuro con occhi nuovi, visionari ma allo stesso tempo consapevoli delle potenzialità tecnologiche che già oggi sono disponibili e in nostro possesso.

Buzzoole