Log in
Juri Signorini

Juri Signorini

Viaggiatore iperattivo, tenta di sempre di confondersi con la popolazione indigena.

Amante della lettura, legge un pò di tutto. Dai cupi autori russi, passando per i libertini francesi, attraverso i pessimisti tedeschi, per arrivare ai sofferenti per amore, inglesi. Tra gli scrittori moderni tra i preferiti spiccano Roddy Doyle, Nick Hornby e Francesco Muzzopappa.

Melomane vecchio stampo: è chiamato il fondamentalista del Loggione. Ama il dramma verdiano così come le atmosfere oniriche di Wagner.

L'opera preferita tuttavia è la Tosca, la quale si narra, ma non vi sono prove certe, lo abbia commosso fino alle lacrime..

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

#Buitoni Bella Napoli: da Benevento alla conquista del mondo

Varcare i confini nazionali grazie a un polo produttivo internazionale che adotta le migliori tecnologie disponibili. Un rinnovamento radicale delle linee che fa dello stabilimento campano un’eccellenza in grado di valorizzare la qualità e il saper fare autenticamente italiano.

  • Pubblicato in cronaca

#Perfetta: le fasi del ciclo in 4 martedì

Fino al 3 febbraio, la sala grande del Teatro Franco Parenti di Milano, ospita il monologo scritto da Mattia Torre, impreziosito dalla verve interpretativa di Geppy Cucciari.

  • Pubblicato in teatro

#Una serata con Will & Grace

La regia di Claudio Insegno regala al pubblico milanese uno spettacolo ispirato a Will&Grace, sit com americana di grande successo anche tra il pubblico italiano, in scena solo fino al 3 febbraio.

  • Pubblicato in teatro
Sottoscrivi questo feed RSS