Log in

#Music News: uscito il nuovo video dei KiwiBalboa

È fuori ora il nuovo video dei KiwiBalboa, “Natale in Argentina”, registrato al Greenfog Studio di Genova insieme a Davide ‘Divi’ Autelitano de I Ministri.

Riprese e montaggio a cura di Lorenzo ‘Paul’ Santagada e Stefano Pulcini.

“Natale in Argentina” è il terzo singolo estratto dal disco omonimo del gruppo, che narra le vicissitudini di particolari personaggi che si incontrano nella notte di Natale. Una notte buia e carica di stranezze, ma perfetta per lasciarsi inghiottire dai vicoli della Genova più autentica.

La collaborazione con Davide ‘Divi’ Autelitano de I Ministri

“La collaborazione con Divi - racconta il gruppo - nasce circa due anni fa quando abbiamo avuto modo di conoscerlo a Milano e di ascoltare con lui il nostro primo EP Tre buoni motivi. Circa un anno dopo, quando furono approntati i brani del nuovo disco sotto forma di provini, abbiamo deciso di comune accordo di produrre il disco insieme, forti anche della stima reciproca che si era venuta a creare durante i mesi della preparazione delle tracce.






Terminato il disco è iniziata la preparazione del live da portare in giro e abbiamo avuto la necessità, come band, di testarci in un contesto che ci potesse dare la possibilità di ascoltarci. Questo per poter aggiustare il tiro su quella che è la resa dal vivo come trio.”

“Tendenzialmente cerchiamo sempre di documentare tutto ciò che facciamo e frequentiamo Divi con costanza dato che il nostro rapporto è continuato a crescere: quindi abbiamo deciso di unire le cose e celebrare in un certo senso la fine dei lavori in studio con questo brano che è il più rappresentativo della produzione artistica di Divi, la rappresentazione più scanzonata e leggera della band e della nostra amicizia.”

“Natale in Argentina” è l’ultimo disco dei KiwiBalboa: un nuovo mondo, la scoperta di un luogo inedito, un pianeta sconosciuto. Dopo il debut album intitolato “Tre Buoni Motivi” (La Clinica Dischi – 2016), la nuova fatica discografica del combo genovese è uscita il 1°novembre 2019 per Overdub Recordings, distribuito in formato fisico da Goodfellas e in digitale da The Orchard via Epictronic. L'album è stato preceduto dalla pubblicazione di due singoli accompagnati da altrettanti videoclip: “Cavalieri Jedi”, uscito il 17 maggio in esclusiva per RockON.it e “Magari No” pubblicato lo scorso 25 ottobre. Questo disco nasce con l’intento di rivoluzionare il modo di concepire i brani da parte della band che ha elaborato un nuovo approccio al racconto attraverso la propria musica e i propri tesi: l’obiettivo è diventato quello di semplificare la comunicazione, cercando di andare dritti al punto e svelando con semplicità un nuovo sguardo nei confronti del mondo.

La produzione artistica di Davide “Divi” Autelitano de "I Ministri" è stata la chiave per indirizzare il flusso creativo nella direzione ricercata, una collaborazione essenziale per lavorare sul nuovo processo di song writing. Registrazioni, mix e mastering sono stati effettuati al Greenfog Studio sotto la guida di Mattia Cominotto.

”Natale in Argentina” è un disco che, partendo dal rock, racconta le vite dei ragazzi e quelle delle persone che li circondano. L'album non aderisce ad una precisa linea stilistica e lascia spazio all’aspetto cantautorale che ha radici profonde nella band. Freschi di contratto con Sponge House Booking, i Kiwibalboa si apprestano a calcare i palchi di tutta Italia. L'artwork è una pregevole opera di Carola Zerbone.

Seguite No#News Magazine sui social!

   

Video

Ultima modifica ilSabato, 07 Marzo 2020 17:54
Juri Signorini

Viaggiatore iperattivo, tenta di sempre di confondersi con la popolazione indigena.

Amante della lettura, legge un pò di tutto. Dai cupi autori russi, passando per i libertini francesi, attraverso i pessimisti tedeschi, per arrivare ai sofferenti per amore, inglesi. Tra gli scrittori moderni tra i preferiti spiccano Roddy Doyle, Nick Hornby e Francesco Muzzopappa.

Melomane vecchio stampo: è chiamato il fondamentalista del Loggione. Ama il dramma verdiano così come le atmosfere oniriche di Wagner.

L'opera preferita tuttavia è la Tosca, la quale si narra, ma non vi sono prove certe, lo abbia commosso fino alle lacrime...

SOCIAL PROFILES