Log in

#Benvenuti nel buco!

THE HOLE

di Paco León, Yllana e Letsgo

direzione Artistica: Yllana

adattamento italiano: Giovanni Tallon, Davide Calabrese

con Filippo Strocchi (Maestro di Cerimonia), Bruno Gullo (Swing MC), Marta Torres (Maîtresse), Marta Torres (Gynoid), Nacho Sánchez (Pony Loco/Stripper), Charlie Plaçais (Super Gold Straps), Julio Bellido (Almon), Arantxa Fernández e Mónica Riba (Le SuperNenas), Carlos Valledor, Tony Vallés, Bruno Gullo e Victor Genestar (Maggiordomi), Denys Zhygaltsov e Maksym Shygaltsov (Duoz Brothers), Dylia (Marylin Aerea)

presso Teatro LinearCiak

 

 

“The Hole” con la regia di Paco Leòn, Yllana e Letsgo, è uno spettacolo irriverente e pieno di contraddizioni già amato in molti paesi, in scena dal 3 dicembre al Teatro LinearCiak di Milano.

Il teatro si è trasformato in Club, per ospitare questo particolarissimo insieme di cabaret, circo e teatro.

È uno show che lascia senza parole e stupisce per tutte le due ore di spettacolo, con un susseguirsi alternato di esibizioni acrobatiche e musicali, dove il divertimento è la parola chiave.

Fin dalla presentazione del Maestro di Cerimonia Filippo Strocchi, l’esibizione si apre con un humor provocatorio che trascina lo spettatore, in un mondo dove nessuno viene giudicato e tutto è concesso, qui si può aprire la mente a diversi tipi di amore come quello tra il Maestro di Cerimonia e la sua amata, Maria del Mar.

Il presentatore è accompagnato dai suoi “maggiordomi”, un quartetto che canta a cappella, che si assicura che la festa proceda senza incidenti, insieme a loro c’è la governante del palazzo che ruberà il cuore del pubblico con un esibizione di burlesque, nello stile sfrontato di The Hole.

C’è una mascotte tutta particolare nella squadra, la mitica creatura del Pony Loco che sfreccia veloce sui suoi pattini sbalordendo e coinvolgendo il pubblico in maniera davvero poco tradizionale; in questa impresa lo soccorrono anche le aiutanti del presentatore in un perfetto stile bambole giapponesi.

Questi e altri stupefacenti artisti travolgono il pubblico con le risate e lo scandalo, facendo passare una serata diversa e probabilmente unica nel suo genere.

In questo posto dove tutto è concesso, il messaggio è che “ognuno di noi deve passare almeno una volta per quel lato ludico, felice dell’esistenza”, trasmetto tutto questo con la loro personale interpretazione dell’eros, suscitando emozioni nel pubblico molto contrastanti, ma riescono a non cadere nel volgare per l’humor e la freschezza che mantengono per tutto lo spettacolo.


Lascia un commento