Log in

#Mamma Mia, che musical!

MAMMA MIA!


musiche e i testi Benny Andersson, Björn Ulvaeus

 

testi Catherine Johnson


regia Phyllida Lloyd


coreografie Anthony Van Laast


design Mark Thompson


luci Howard Harrison


suono Andrew Bruce, Bobby Aitken


supervisione musicale e arrangiamenti Martin Koch

 

con Sara Poyzer - Francesca Ellis (Donna Sheridan), Shobna Gulati (Tanya), Anna Stolli (Rosie), Niamh Perry (Sophie Sheridan), Richard Standing (Sam Carmichael), Michael Beckley (Bill Austin), Mark Jardine (Harry Bright), Justin Thomas (Sky), Daniella Bowen (Ali), Tara Young (Lisa), Alex Simmons (Pepper), Charlie Stemp (Eddie), Michael Anthony, Holly Ashton, Charlotte Bradford, Devon-Elise Johnson, Matt Kennedy, Gemma Lawson, Scott Mobley, Dean Read, Matthew Ronchetti, Ellie Rutherford, Parisa Shahmir, Katy Stredder, Rhodri Watkins, Tom Stanford-Wheatley, Simon Willmont, Sarah Wilkie, Jamie Wilkin

 

presso Teatro degli Arcimboldi

 

 

 

Finalmente torna sulle scene milanesi Mamma Mia!, musical ben conosciuto dagli amanti del genere. Dal West End londinese, nel suo tour mondiale, toccale le scene del Teatro degli Arcimboldi di Milano e del Teatro Politeama di Trieste, nella versione originale cantata e recitata in inglese con sottotitoli in italiano.

E' un piacere rincontrare un musical sulle musiche di uno dei più grandi gruppi pop di tutti i tempi, gli ABBA. MAMMA MIA! nasce dalla geniale idea di Judy Craymer di mettere in scena la magia delle canzoni senza tempo degli ABBA con un’affascinante storia di famiglia e amicizia che si svolge su una paradisiaca isola greca. Ad oggi, lo spettacolo è stato visto da oltre 54 milioni di persone in 49 produzioni e in 17 lingue diverse.

Negli ultimi anni a Milano si sono alternate varie versioni di questo spettacolo: oscene quelle in versione italiana (inconcepibile e quasi sacrilega, la traduzione delle canzoni...), non abbastanza convincenti le altre.

Quello che incontriamo è un cast internazionale con una carriera di spessore alle spalle, che si nota nella sicurezza e capacità di tenere il palco.

Se si deve proprio trovare un neo, i sottotitoli proiettati sul muro ai due lati del palco, non sono poi così facilmente fruibili oltre ad essere fuori sync, ma questi sono dettagli!


Lascia un commento