Log in

#Irriverente, entusiasmante, sonoro e teatralmente Cannavacciuolo

YVES MONTAND. UN ITALIEN À PARIS‏

 

di e con Gennaro Cannavacciuolo


coreografie: Roberto Croce


pianoforte: Dario Perini


clarino-sax: Andrea Tardioli


contrabasso: Flavia Ostini


batteria: Antonio Donatone


scene Eva Sgrò


luci Michele Lavanga


aiuto regia Valeria D’Orazio


foto Marco Salvadori


voci registrate Patrizia Loreti e Marco Mete

 


spettacolo realizzato con il contributo del Comune di Monsummano

 

Presso Teatro Sala Fontana

 

 

 

Attraverso le canzoni dell’artista italiano, divenuto poi francese d’adozione, Cannavacciuolo ha abilmente saputo ripercorrere la vita, i successi internazionali, gli amori (tra cui quello con Marilyn Monroe) e gli impegni politici di Ivo Livi, emigrato in Francia a due anni da Monsummano Terme, e noto al grande pubblico come Yves Montand, ritenuto uno dei più grandi artisti del secolo scorso.

Ha magistralmente trasportato, tra canzoni, monologhi e racconti curiosi gli esordi di un povero immigrato che arriva prima all’Olympia di Parigi, poi al Metropolitan di New York ed infine ad Hollywood.

Magistrale l’esecuzione di batteria, sax-clarino, contrabbasso e fisarmonica che hanno accompagnato e a volte tenuto scena allo spettacolo.

Peccato solo per le poche date in scaletta.


Lascia un commento